Doppio fregio del 1° Reggimento Genio Zappatori, 1916 - Quota 121 di Monfalcone (Cima di Pietrarossa)

Codici
NCT - Codice
000427
ESC - Ente Schedatore
Giorgio Pisaniello
OG - Oggetto
OGTT - Tipo oggetto
Targa
LC - Localizzazione
PVCS - Stato
Italia
PVCR - Regione
Friuli Venezia Giulia
PVCP - Provincia
Gorizia
PVCC - Comune
Monfalcone
PVCL - Località
Cima di Pietrarossa
LS - Localizzazione storica
LTST - Toponimo storico
Quota 121 di Monfalcone / Trincea di Quota 121
AU - Autore
ESBE - Esercito stato belligerante
Regio Esercito Italiano
ESBA - Arma
Genio
ESBS - Specialità
Zappatori
ESBR - Reggimento
1° Reggimento Genio Zappatori
RE - Notizie storiche
RENN - Notizia storica
La Trincea di Quota 121, parte della cd. "Ridotta di Quota 121", è ricca di testimonianze e circonda quasi tutta la Cima di Pietrarossa. Questa, assieme alla Quota 85, al Debeli ed al Cosich, fu oggetto di aspri combattimenti e di reiterati tentativi di conquista. La Quota 121, dopo la sua definitiva occupazione italiana durante la VI Battaglia dell'Isonzo (agosto 1916), fu sottoposta ad importanti lavori di "ribaltamento" delle sue fortificazioni e, fino al maggio 1917 (X Battaglia dell'Isonzo) costituì la nuova prima linea italiana posta a fronteggiare i capisaldi austro-ungarici di Quota 77 (Sablici) e Quota 144 (Arupacupa). Questa "doppia" epigrafe del 1° Reggimento Genio Zappatori, risalente al 1916 (probabilmente al periodo autunnale), testimonia i lavori italiani di ribaltamento e rafforzamento della trincea che, tuttavia, in origine era stata scavata dagli imperiali: fino all'agosto 1916, infatti, essa era parte del complesso fortificato austro-ungarico di Quota 121.
RENF - Fonte
Mantini Marco, Stok Silvo, I TRACCIATI DELLE TRINCEE SUL FRONTE DELL'ISONZO, III. LE ALTURE DI MONFALCONE, PARTE 1^, Gaspari Editore, Udine 2009.
REVI - Data
1916/08/06 - 1916/12/31
LI - Iscrizione lapidi
LSIL - Lingua
Italiano
LSII - Trascrizione testo graffito
Fregio del 1° REGGIMENTO GENIO ZAPPATORI
1916

Fregio del 1° REGGIMENTO GENIO ZAPPATORI
LSIO - Trascrizione testo originale
Fregio del 1° REGGIMENTO GENIO ZAPPATORI
1916

Fregio del 1° REGGIMENTO GENIO ZAPPATORI
LSIC - Tecnica di costruzione
Incisione in bassorilievo
Incisione in cavo
LSIM - Materiali utilizzati
Cemento
LSTI - Traduzione in italiano o interpretazione
1° REGGIMENTO GENIO ZAPPATORI
ANNO 1916
CO - Stato di conservazione
STCC - Stato di conservazione
Parzialmente danneggiato
DO - Fonti e documenti di riferimento
CM - Compilazione e aggiornamenti
CMPR - Ruolo intervento CMPN - Nome CMPD - Data
Foto di
Sergio Cassia, Giorgio Pisaniello
11/11/2020
Rilevamento
Sergio Cassia, Giorgio Pisaniello
11/11/2020
Inserimento
Giorgio Pisaniello
19/02/2021
AN - Annotazioni
OSS - Osservazioni
La targa presenta in rilievo il simbolo del Genio Zappatori (due asce incrociate, retrostanti rispetto alla mina sovrastata dalla fiamma) con il numero "1", a significato di "1° Reggimento Genio Zappatori".
A fianco della targa emerge una più minuta e grezza iscrizione del medesimo fregio: forse una sorta di progetto o di "brutta copia" dell'emblema minuziosamente riprodotto nella targa.
 
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Mappa
Gallery