ESCURSIONE STORICA SUL CARSO - CAVE DI SELZ

Evento

DOMENICA 15 DICEMBRE 2019
ESCURSIONE STORICA SUI LUOGHI DELLA GRANDE GUERRA
IL CARSO DI DOBERDÒ - LE PRIME BATTAGLIE DELL'ISONZO

CAVE DI SELZ E QUOTA 70
"DI QUI NON SI PASSA!"

SUL CAMPO DI BATTAGLIA DEL CIGLIONE CARSICO, ALLA SCOPERTA DEI GRAFFITI LASCIATI DAI FANTI DELLE BRIGATE "ACQUI", "PINEROLO" E "BARI", DAGLI ZAPPATORI DEL 1° GENIO E DAI MILITARI BOEMI DEL K.U.K. INFANTERIE REGIMENT NR. 91.


RITROVO: ore 9:30 presso il grande posteggio al termine della salita lungo la strada Selz - Doberdò  (Comune di Ronchi dei Legionari). GPS: N45.83280  E13.51848


ITINERARIO: visita alle fortificazioni e alle vestigia belliche fra Cave di Selz, Quota 65 Monte Sopra Selz e Quota 70.
DURATA COMPLESSIVA (soste incluse): ore 6.
EQUIPAGGIAMENTO DA TREKKING, torcia elettrica e pranzo al sacco.
ESPERTO SPECIALIZZATO SUI SITI DELLA GRANDE GUERRA: dr. Marco Pascoli
QUOTA DI PARTECIPAZIONE: Euro 10 per persona (una quota per abbonati) - gratis under 18 accompagnati.
DIFFICOLTÀ: perlustrazione delle trincee su tratti fuori sentiero: nessuna difficoltà escursionistica, è però richiesta propensione a muoversi fra cespugli e terreno sconnesso.
INFO:  cel. 347 305 97 19 - info@grandeguerra-ragogna.it   

OGNI PARTECIPANTE SVOLGE L'ESCURSIONE SOTTO PROPRIA ESCLUSIVA RESPONSABILITA'


Le colline sovrastanti il paese di Selz custodiscono un ricco patrimonio di testimonianze della Grande Guerra: trincee, ricoveri, caverne, postazioni d'artiglieria contraerea, incisioni inneggianti alla pace o al fiero slogan "di qui non si passa", scritte siglate da vari reparti, il monumento dedicato agli ufficiali siciliani decorati del 76° fanteria, la targa posta in ricordo di Mario De Carolis e quella affissa dalle reclute del 1897... Saremo nel cuore dello scacchiere del primo anno di guerra, che ricostruiremo con particolare attenzione alle drammatiche vicende occorse per la conquista di Quota 70 e della "Trincea a Zeta", evocando le esperienze personali di ufficiali e soldati di cui teniamo preziosa memoria. Infine, "leggeremo" i segni individuabili sul terreno, riconoscendo le primissime fortificazioni campali italiane, le posizioni difensive imperiali e i trinceramenti ultimati dal Regio Esercito dopo la "definitiva" presa di queste insanguinate alture.

Monte Sopra Selz
Ore 9:30