Edicola "Battaglione Susa" - Monte Zermula

Codici
NCT - Codice
000064
ESC - Ente Schedatore
Gruppo Storico Friuli Collinare - Museo della Grande Guerra di Ragogna
OG - Oggetto
OGTT - Tipo oggetto
Monumento
LC _ Localizzazione
PVCS - Stato
Italia
PVCR - Regione
Friuli Venezia Giulia
PVCP - Provincia
Udine
PVCC - Comune
Paularo
PVCL - Località
Monte Zermula
LS - Localizzazione storica
AU - Autore
ESBE - Esercito stato belligerante
Regio Esercito Italiano
ESBA - Arma
Fanteria
ESBS - Specialità
Alpini
ESBR - Reggimento
3° Reggimento Alpini
ESBB - Battaglione - Gruppo
Battaglione Susa
ESBC - Compagnia - Batteria - Squadrone
35^ Compagnia
RE - Notizie storiche
RENN - Notizia storica
Suggestiva edicola, dedicata alla Vergine affinchè difenda i confini nazionali, dal Battaglione Susa, reparto che tra l'estate 1916 e l'ottobre 1917 trasformò la dorsale dello Zermula in una vera e propria fortezza inattaccabile. Infatti, lo Zermula passò in mani imperiali solo in seguito alla ritirata delle truppe del XII Corpo d'Armata italiano dalla Zona Carnia (27 ottobre 1917), come diretta conseguenza dello sfondamento subito dalla 2^ Armata italiana nell'Alto Isonzo (Battaglia di Caporetto). Il presente manufatto risale alla seconda metà del 1916, periodo in cui il "Susa" operava sul Monte Zermula.
RENF - Fonte
Museo della Grande Guerra di Ragogna
REVI - Data
1916/00/00
LI - Iscrizione lapidi
LSIL - Lingua
Italiano
LSII - Trascrizione testo graffito
Edicola con raffigurazione della Vergine Maria e del Bambino Gesù
simbolo della Croce Cristiana

fregio del 3° Reggimento Alpini
35 COM
BATT SUSA 1916

VERGINE SANTA
DIFENDI
I CONFINI D'ITALIA

COSTRUITO
DAL
ZAPPATORE
MERLO. TOMASO
3° ALPINI - 1916.
35 C.^ SUSA

DEL NEGRO

VL
MB
1915 W...
LSIC - Tecnica di costruzione
Fregio ed epigrafe frontale: incisione in rilievo;
"firma" dello Zappatore costruttore: incisione in cavo;
scritta "Del Negro": incisione in cavo;
scritta "V L MB 1915..": mosaico.
LSTI - Traduzione in italiano o interpretazione
3° REGGIMENTO ALPINI
35^ COMPAGNIA
BATTAGLIONE SUSA - 1916

VERGINE SANTA DIFENDI I CONFINI D'ITALIA

COSTRUITO DAL ZAPPATORE MERLO TOMASO
3° REGGIMENTO ALPINI - 1916
35^ COMPAGNIA, BATTAGLIONE SUSA

DEL NEGRO

VL
MB
1915 W...
CO - Stato di conservazione
STCC - Stato di conservazione
Parzialmente danneggiato
STCO - Note
L'epigrafe frontale con le indicazioni del reparto presenta l'angolo basso a destra rotto, sebbene ancora riaccostabile al corpo principale della targa e dunque non pregiudizievole della comprensione del testo riportare;
la firma del costruttore, posta sul tergo dell'edicola e resa con uno stile di scrittura semplice ed ampio, è stata (forse già all'epoca del conflitto, comunque non in anni recenti) coperta con del cemento (oggi in buona parte scrostato, donde la possibilità di leggerla nuovamente);
il tergo dell'edicola è segnato da labili incisioni posteriori agli anni del conflitto 1915-18;
la croce cristiana è postuma agli anni del conflitto: originariamente sul sommo dell'edicola era posta u tondo decorativo in cemento, poi caduto: si trova situato a pochi metri dall'edicola stessa verso il corpo della montagna, sopra la roccia con l'iscrizione "Del Negro";
la scritta Del Negro è probabilmente posteriore alla Grande Guerra;
il mosaico con le iniziali e la data 1915 è in parte rotto e non si riesce a ricostruire il testo orginale nella sua interezza;
DO - Fonti e documenti di riferimento
BIB - Bibliografia
Scrimali Antonio, Scrimali Furio, ALPI CARNICHE, ESCURSIONI E TESTIMONIANZE SUI MONTI DELLA GRANDE GUERRA, Panorama Edizioni, 1996 - 2001 II Edizione
CM - Compilazione e aggiornamenti
CMPR - Ruolo intervento CMPN - Nome CMPD - Data
Ritrovamento
Antonio e Furio Scrimali
Foto di
Marco Pascoli
21/07/2011
Rilevamento
Marco Pascoli - Aldo Pascoli
21/07/2011
Inserimento
Marco Pascoli
04/11/2012
AN - Annotazioni
OSS - Osservazioni
L'iscrizione "Del Negro" potrebbe non risalire agli anni del conflitto, essendo esso un congnome assai diffuso in Friuli (potrebbe dunque essere lasciato da un escursionista, da un recuperante locale, ecc).
La croce sull'edicola è recente, in sostituzione del tondo in cemento orignale crollato, posto nelle immediate vicinanze.
 
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Mappa
Gallery