Fregio del 10° Reggimento Artiglieria da Campagna - Monte Strabut

Codici
NCT - Codice
000356
ESC - Ente Schedatore
Gruppo Storico Friuli Collinare - Museo della Grande Guerra di Ragogna
OG - Oggetto
OGTT - Tipo oggetto
Iscrizione
LC - Localizzazione
PVCS - Stato
Italia
PVCR - Regione
Friuli Venezia Giulia
PVCP - Provincia
Udine
PVCC - Comune
Tolmezzo
PVCL - Località
Monte Strabut
LS - Localizzazione storica
AU - Autore
ESBE - Esercito stato belligerante
Regio Esercito Italiano
ESBA - Arma
Artiglieria
ESBS - Specialità
Da Campagna
ESBR - Reggimento
10° Reggimento Artiglieria da Campagna
RE - Notizie storiche
RENN - Notizia storica
Il fregio rappresenta l'emblema del 10° Reggimento Artiglieria da Campagna, il quale operò (almeno con alcune batterie) nel settore della "Zona Carnia" durante il primo anno di guerra. Il fregio si trova sulla cisterna deputata alla raccolta dell'acqua piovana che serviva la sezione antiaerea di Monte Strabut: l'opera venne quindi costruita da artiglieri del 10° Reggimento Artiglieria da Campagna, al quale con ogni probabilità apparteneva anche il personale preposto alla gestione della citata sezione antiaerea. Quest'ultima, armata con due cannoni da campagna calibro 75 mm postati per il tiro contraereo (le due piazzole sono ancora evidenti presso la cima dello Strabut, situate all'interno del recinto che circonda l'area occupata dalle antenne), stando a degli incartamenti reperiti presso l'Archivio dell'Istituto di Storia e Cultura dell'Arma del Genio di Roma risultava attiva nell'anno 1916. La posizione del Monte Strabut si prestava in modo ottimale per la difesa antiaerea della Città di Tolmezzo, sede del Comando del XII Corpo d'Armata "Zona Carnia". Al 24 ottobre 1917, data d'esordio della battaglia di Caporetto, non risultavano postazioni antiaeree attive sul Monte Strabut: i due pezzi erano stati trasferiti in altro sito da qualche mese, probabilmente perché individuati dall'osservazione aerea austro-ungarica. Pertanto, non si conosce la data di incisione del graffito; si ipotizza che esso risalga al primo anno di guerra, sebbene non si possa del tutto escludere la sua derivazione dal periodo centrale del conflitto (ad ogni modo, è precedente al 24 ottobre 1917).
RENF - Fonte
Montù Carlo, STORIA DELLA ARTIGLIERIA ITALIANA, PARTE IV (DAL 1914 AL 1920), VOLUME IX, VOLUME X, Roma 1943, Firenze 1948.
REVI - Data
1915/00/00 - 1917/10/24
REVX - Validità
ca.
LI - Iscrizione lapidi
LSIL - Lingua
Italiano
LSII - Trascrizione testo graffito
Fregio del 10° REGGIMENTO ARTIGLIERIA DA CAMPAGNA
LSIO - Trascrizione testo originale
Fregio del 10° REGGIMENTO ARTIGLIERIA DA CAMPAGNA
LSIC - Tecnica di costruzione
Incisione in cavo
LSIM - Materiali utilizzati
Cemento
LSTI - Traduzione in italiano o interpretazione
10° REGGIMENTO ARTIGLIERIA DA CAMPAGNA
CO - Stato di conservazione
STCC - Stato di conservazione
Integro
DO - Fonti e documenti di riferimento
CM - Compilazione e aggiornamenti
CMPR - Ruolo intervento CMPN - Nome CMPD - Data
Foto di
Marco Pascoli
06/03/2019
Rilevamento
Tiziana D'Orlando, Marco Pascoli
06/03/2019
Ritrovamento
Tiziana D'Orlando, Marco Pascoli
06/03/2019
Inserimento
Marco Pascoli
23/01/2021
AN - Annotazioni
OSS - Osservazioni
Attorno al fregio ci sono delle scritte minori, di scarsa comprensibilità e attinenza; diverse di esse risultano inequivocabilmente incise in periodi successivi.
 
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Mappa
Gallery