Graffito 124° Reparto Zappatori, Monte Sei Busi

Codici
NCT - Codice
000289
ESC - Ente Schedatore
Gruppo Storico Friuli Collinare - Museo della Grande Guerra di Ragogna
OG - Oggetto
OGTT - Tipo oggetto
Iscrizione
LC _ Localizzazione
PVCS - Stato
Italia
PVCR - Regione
Friuli Venezia Giulia
PVCP - Provincia
Gorizia
PVCC - Comune
Ronchi dei Legionari
PVCL - Località
Monte Sei Busi
LS - Localizzazione storica
LTST - Toponimo storico
Trincea Mazzoldi
AU - Autore
ESBE - Esercito stato belligerante
Regio Esercito Italiano
ESBA - Arma
Fanteria
ESBS - Specialità
Zappatori
ESBR - Reggimento
124° Reggimento Fanteria
ESBP - Reparto - Sezione - Plotone
124° Reparto Zappatori
RE - Notizie storiche
RENN - Notizia storica
Nel dicembre 1915, il Comando della 3^ Armata dispose ad ogni reggimento di fanteria di organizzare nel proprio organico un reparto zappatori "reggimentale". Tali reparti furono, in concreto, istituiti tra il dicembre 1915 ed i primi mesi del 1916, prevedendo un organico variabile tra i 120 ed i 175 uomini di truppa e graduati ed l'1 - 2 ufficiali, tra cui il comandante. Poco dopo la costituzione, alcuni reparti zappatori reggimentali furono avocati alle dipendenze tattiche dei corpi d'armata e delle divisioni, per operare autonomamente dal reggimento di origine, sebbene continuassero a recare l'ordinativo reggimentale e, organicamente, appartenessero ai ranghi del reggimento. Dall'aprile del 1916, i reparti zappatori reggimentali furono suddivisi in reparti meno nutriti e assegnati ai battaglioni, in ragione di un reparto per battaglione. Nel caso di questo graffito, il Reparto Zappatori indicato è il Reparto Zappatori del 124° Reggimento Fanteria che assunse il nome di 124° Reparto Zappatori, della Brigata Chieti. La Brigata Chieti operò in area Monte Sei Busi - Selz, fatti salvi i periodi di riposo, dall'ottobre 1915 all'agosto 1916, quando in conseguenza della Sesta Battaglia dell'Isonzo, il fronte si sposta circa 7 km ad est, oltre il Vallone. Nell'ottobre 1916, la Chieti lasciò il Carso alla volta delle Giudicarie. Data la risalenza dell'istituzione dei reparti zappatori reggimentale al dicembre 1915 e la costituzione dei reparti zappatori di battaglione nell'aprile 1916, si conclude che il graffito in questione è stato, verosimilmente, inciso nei primi mesi del 1916, quando il 124° Reparto Zappatori fu incaricato di rafforzare, con notevoli getti di cemento, le prime linee italiane nel tratto compreso tra l'ala meridionale della Trincea Mazzoldi e la Trincea Giraud, situata qualche centinaio di metri a sud. Questo graffito, infine, è particolarmente importante perché permette di attribuire una paternità alle iscrizioni, inneggianti alla pace, cod. 000292, cod. 000293, cod. 000294 (vedi rispettive schede.
RENF - Fonte
Diario del 124° Reggimento Fanteria - A.U.S.S.M.E. Roma, fondo b1.
REVI - Data
1915/12/01 - 1916/05/01
REVX - Validità
ca.
LI - Iscrizione lapidi
LSIL - Lingua
Italiano
LSII - Trascrizione testo graffito
124. R. ZapP.
/
/ 124
LSIC - Tecnica di costruzione
Incisione in cavo
LSIM - Materiali utilizzati
Cemento
LSTI - Traduzione in italiano o interpretazione
124° REPARTO ZAPPATORI
CO - Stato di conservazione
STCC - Stato di conservazione
Parzialmente danneggiato
STCO - Note
L'incisione appare, in alcuni tratti, piuttosto erosa.
DO - Fonti e documenti di riferimento
CM - Compilazione e aggiornamenti
CMPR - Ruolo intervento CMPN - Nome CMPD - Data
Foto di
Marco Pascoli
14/01/2014
Rilevamento
Marco Pascoli - Aldo Pascoli
14/01/2014
Ritrovamento
Marco Pascoli - Aldo Pascoli
14/01/2014
Inserimento
Marco Pascoli
18/07/2014
AN - Annotazioni
OSS - Osservazioni
Il graffito si trova su un tratto di trincea facilmente visitabile ed inserito nel percorso tematico "Trincee Monte Sei Busi" curato dalla Pro Loco Fogliano Redipuglia - Sentieri di Pace.
 
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Mappa
Gallery