Lapide germanica a ricordo di 37 Soldati Jtaliani

Codici
NCT - Codice
000009
ESC - Ente Schedatore
Gruppo Storico Friuli Collinare - Museo della Grande Guerra di Ragogna
OG - Oggetto
OGTT - Tipo oggetto
Lapide - cimitero militare
LC _ Localizzazione
PVCS - Stato
Italia
PVCR - Regione
Friuli Venezia Giulia
PVCP - Provincia
Udine
PVCC - Comune
Ragogna
PVCL - Località
San Giacomo
LS - Localizzazione storica
AU - Autore
ESBE - Esercito stato belligerante
Esercito imperiale tedesco (Deutsches Heer)
ESBP - Reparto - Sezione - Plotone
Ufficio Sepolture Germanico (Deutsche Graberverwaltung)
RE - Notizie storiche
RENN - Notizia storica
La lapide fu costruita durante l'anno dell'occupazione austro-germanica (ottobre 1917 - ottobre 1918) dall'Ufficio Sepolture dell'Esercito tedesco e posto ad onore di una fossa comune in cui giacevano 37 corpi di soldati italiani; secondo alcune testimonianze si trattava in particolare dei soldati italiani colpiti dall'artiglieria amica il 1 novembre 1917, tragico episodio rievocati in diversi diari e relazioni d'epoca; stando alle ricerche effettuate da Giuliano Cescutti in ordine alla Battaglia di Pradis di Clauzetto (PN), risulta che nel settembre 1918 sia giunto in Friuli un reparto tedesco (evidentemente, l'Ufficio Sepolture) con il compito di riordinare le sepolture ed i campisanti bellici: dunque, la lapide sarebbe stata costruita precisamente nel settembre 1918 (vedi cartellonistica tematica lungo il sentiero della battaglia di Pradis).
RENF - Fonte
Museo della Grande Guerra di Ragogna
REVI - Data
1917/11/03 - 1918/11/00
REVX - Validità
ca.
LI - Iscrizione lapidi
LSIL - Lingua
italiano
LSII - Trascrizione testo graffito
fregio di una corona con l'indicazione del numero 40
37. SOLDATI
JTALIANI
DEUTSCHE GRABERVERWALTUNG

(simbolo della Croce)
3. NOV.1917
LSIC - Tecnica di costruzione
Incisione in cavo
LSIM - Materiali utilizzati
Cemento ricavato con sabbia e pietruzze locali, a grana grossa
LSTI - Traduzione in italiano o interpretazione
40° Reggimento di Fanteria (riferito alle vittime che la lapide ricorda)
37 Soldati Italiani
Ufficio Sepolture Tedesco

3 novembre 1917
CO - Stato di conservazione
STCC - Stato di conservazione
Integro
DO - Fonti e documenti di riferimento
BIB - Bibliografia
Pascoli Marco - Vazzaz Andrea, I FORTI E IL SISTEMA DIFENSIVO DEL FRIULI, Gaspari Editore 2005.
Pascoli Marco, FOTO ALBUM I LUOGHI DELLA GRANDE GUERRA NEL FRIULI COLLINARE, Comune di Ragogna 2008
Pascoli Marco, GUIDA INFORMATIVA I LUOGHI DELLA GRANDE GUERRA NEL FRIULI COLLINARE, Comune di Ragogna 2006
Pascoli Marco, Toniutti Glauco, RAGOGNA, UN'OASI DA SCOPRIRE NEL CUORE DEL FRIULI, Comune di Ragogna 2010
Redl Eugen, Pennasilico Alessandro, LA BATTAGLIA DEL MONTE RAGOGNA , a cura di Pascoli Marco, Gaspari Editori 2004
CM - Compilazione e aggiornamenti
CMPR - Ruolo intervento CMPN - Nome CMPD - Data
Ritrovamento
Marco Pascoli - Aldo Pascoli
01/05/1999
Rilevamento
Marco Pascoli - Aldo Pascoli
26/02/2012
Inserimento
Marco Pascoli
12/08/2012
AN - Annotazioni
OSS - Osservazioni
Nell'epigrafe si notino tre elementi:
- l'errore ortografico per cui Jtaliani è stato scritto con la "J" invece che con la "I"
- il fregio sovrastante col numero 40, che riproduce il fregio da berretto/elmetto della fanteria italiana e indica il 40° Reggimento di Fanteria della Brigata "Bologna", a cui i caduti ricordati dalla lapide appartenevano
- la data 3 novembre 1917: probilmente è la data di sepoltura e non quella di morte di tutti i 37 caduti, essendo la battaglia di Ragogna terminata il 1 novembre 1917 ed essendosi il triste episodio di fuoco amico (che ha ucciso numerosi soldati italiani) verificato sempre il 1 novembre 1917. - L'Ufficio Sepolture Tedesco (traduzione libera) è da considerarsi un'organo similare all'italiana, attuale "OnorCaduti".
 
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Mappa
Gallery