Monumento centrale cimitero di guerra - Muse di Timau

Codici
NCT - Codice
000179
ESC - Ente Schedatore
Gruppo Storico Friuli Collinare - Museo della Grande Guerra di Ragogna
OG - Oggetto
OGTT - Tipo oggetto
Lapide - cimitero militare
LC _ Localizzazione
PVCS - Stato
Italia
PVCR - Regione
Friuli Venezia Giulia
PVCP - Provincia
Udine
PVCC - Comune
Paluzza
PVCL - Località
Località Muse di Timau
LS - Localizzazione storica
AU - Autore
ESBE - Esercito stato belligerante
Regio Esercito Italiano
RE - Notizie storiche
RENN - Notizia storica
Il Cimitero militare di Timau fu strutturato nel 1916 e conteneva circa 1800 salme, in grandissima parte di soldati italiani. Nel 1935 i resti sacri furono traslati all'Ossario di Timau e la piattaforma cimiteriale venne adibita ad uso civile. Tuttavia, il monumento centrale del camposanto non è stato adulterato e ancora oggi lo si può appressare nella sua eleganza costruttiva.
RENF - Fonte
Unfer Lindo, TESTIMONIANZE DELLA GRANDE GUERRA SUI MONTI DI TIMAU E DINTORNI, Associazione Amici delle Alpi Carniche, Timau 1998
REVI - Data
1916/00/00
REVX - Validità
ca.
LI - Iscrizione lapidi
LSIL - Lingua
Italiano
LSII - Trascrizione testo graffito
Monumento raffigurante una Croce incarnata da una grande baionetta piantata a terra ed avvolta da fronde di quercia ed alloro.

Lapide centrale:
Qui
Spiriti immortali
vegliano gli antichi confini
contro la furia nemica
conservati alla Patria
in offerta sacra di sangue.
___ . ___
LSIC - Tecnica di costruzione
Epigrafe: incisione in cavo
LSIM - Materiali utilizzati
Marmo, cemento.
CO - Stato di conservazione
STCC - Stato di conservazione
Integro
DO - Fonti e documenti di riferimento
BIB - Bibliografia
Gransinigh Adriano, LA GUERRA SULLE ALPI GIULIE E CARNICHE, Libreria Editrice Aquileia 1994
Unfer Lindo, TESTIMONIANZE DELLA GRANDE GUERRA SUI MONTI DI TIMAU E DINTORNI, Associazione Amici delle Alpi Carniche, Timau 1998
CM - Compilazione e aggiornamenti
CMPR - Ruolo intervento CMPN - Nome CMPD - Data
Foto di
Marco Pascoli
11/10/2012
Rilevamento
Marco Pascoli - Aldo Pascoli
11/10/2012
Inserimento
Marco Pascoli
24/12/2013
AN - Annotazioni
OSS - Osservazioni
L'alloro è tradizionalmente simbolo di vittoria, gloria, onore, trionfo. La quercia rappresenta invece la forza, la perseveranza, l'impegno, la dignità. Evidente appare l'intento del monumento di associare questi valori perenni alla memoria dei soldati caduti.
Foto storiche: archivio Dr. Nicola Persegati.
 
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Mappa
Gallery