Chiesetta Pal Piccolo

Codici
NCT - Codice
000156
ESC - Ente Schedatore
Gruppo Storico Friuli Collinare - Museo della Grande Guerra di Ragogna
OG - Oggetto
OGTT - Tipo oggetto
Monumento
LC _ Localizzazione
PVCS - Stato
Italia
PVCR - Regione
Friuli Venezia Giulia
PVCP - Provincia
Udine
PVCC - Comune
Paluzza
PVCL - Località
Casera Pal Piccolo Bassa
LS - Localizzazione storica
AU - Autore
ESBE - Esercito stato belligerante
Regio Esercito Italiano
RE - Notizie storiche
RENN - Notizia storica
La Chiesetta di Pal Piccolo è stata costruita nel 1916 dai militari italiani, in una posizione adiacente al cimitero di guerra del Pal Piccolo.
RENF - Fonte
Scrimali Antonio, Scrimali Furio, ALPI CARNICHE - ESCURSIONI E TESTIMONIANZE SUI MONTI DELLA GRANDE GUERRA, Edizione Panorama, Trento 1996.
REVI - Data
1916/00/00
REVX - Validità
ca.
LI - Iscrizione lapidi
LSII - Trascrizione testo graffito
Simbolo di Pax
NON OMNIS MORIAR
LSIC - Tecnica di costruzione
In rilievo
LSIM - Materiali utilizzati
Pietra, cemento
LSTI - Traduzione in italiano o interpretazione
NON MORIRÒ DEL TUTTO
CO - Stato di conservazione
STCC - Stato di conservazione
Integro
DO - Fonti e documenti di riferimento
BIB - Bibliografia
Gransinigh Adriano, LA GUERRA SULLE ALPI GIULIE E CARNICHE, Libreria Editrice Aquileia 1994
Scrimali Antonio, Scrimali Furio, ALPI CARNICHE, ESCURSIONI E TESTIMONIANZE SUI MONTI DELLA GRANDE GUERRA, Panorama Edizioni, 1996 - 2001 II Edizione
Unfer Lindo, TESTIMONIANZE DELLA GRANDE GUERRA SUI MONTI DI TIMAU E DINTORNI, Associazione Amici delle Alpi Carniche, Timau 1998
CM - Compilazione e aggiornamenti
CMPR - Ruolo intervento CMPN - Nome CMPD - Data
Rilevamento
Marco Pascoli - Aldo Pascoli - Silvana Faion
20/07/1998
Inserimento
Marco Pascoli
22/12/2013
AN - Annotazioni
OSS - Osservazioni
"Non omnis moriar" è una locuzione latina tratta dalle Odi di Orazio e vuole esprimere il significato di immortalità nella storia rispetto alle azioni/opere/capolavori eseguiti in vita, che sopravvivono alla morte fisica degli autori. In questo caso, il messaggio voluto era: il sacrificio dei caduti in battaglia avrebbe reso loro immortali nella storia, nonostante la morte fisica.
 
Login
Iscriviti Password dimenticata ?
Nome:
Password:
Mappa
Gallery